Annunci Auto

Mercdes Classe SL

La Mercedes-Benz 300SL, sigla di progetto W198, è un'autovettura sportiva di lusso prodotta dal 1954 conosciuta come "Ali di Gabbiano". Per la Mercedes-Benz 300SL ha un'importanza storica enorme, sia per la sua raffinatezza tecnica, sia per il fatto che ha affascinato intere generazioni di appassionati. Finita la guerra una priorità era tornare alle gare in tutto il mondo. Doveva essere quindi progettata e realizzata una vettura in grado di adempiere a tale scopo. La 300SL coupé, denominata Ali di gabbiano per la caratteristica apertura delle due portiere incernierate sopra il tetto, ereditò quindi il telaio a traliccio di tubi dalla "sorella" da gara. Sul telaio fu creata una splendida carrozzeria coupé che ancor oggi suscita grandissima ammirazione. La carrozzeria è in lamiera d'acciaio, ma ne furono realizzati anche 29 esemplari con carrozzeria in alluminio. IL motore utilizzato, M198, era un 3000 cc da 215 CV che garantiva prestazioni al vertice assoluto nella produzione automobilistica mondiale dell'epoca il cambio era un quattro marce sincronizzato. Nel 1957 la 300SL Ali di gabbiano venne tolta di produzione e sostituita dalla corrispondente versione roadster, con la differente configurazione di carrozzeria, stavolta le portiere sono ad apertura tradizionale. Il motore, con degli aggiornamenti, arriva a 225 CV. La produzione della 300SL Roadster cessò nel 1963. La carriera agonistica della 300SL è stata riservata solo a piloti privati. Nel 1955 con la sigla R121 identifica il modello 190SL, che deve sostituire la 300SL, con una vettura meno cara. La 300 SL "Ali di gabbiano" rimaneva un sogno per la maggior parte dei suoi ammiratori e i vertici Daimler-Benz decisero di progettare e realizzare una autovettura che mantenesse il carattere sportivo della 300 SL, ma meno spinta e di media cilindrata, insomma più accessibile alla clientela e con carrozzeria aperta. Per risparmiare venne scelto il pianale della 180 la berlina da poco sul mercato, il motore era nuovo 1900 cc con 105 CV derivato dal 3 litri utilizzato per la 300SL. La potenza non era elevata. Il gruppo motore - cambio, fissato su di un telaio ausiliario, era ancorato su tre punti ammortizzati da grossi tamponi in gomma, si otteneva così un sistema indipendente e isolato acusticamente dalla scocca, questo con l’intento di per un uso della vettura turistico sportivo. Nel 1954 arrivano in America i primi due esemplari dove raccolsero unanimi consensi convincendo l’importatore americano a ordinarne 200 al mese. Nel 1955 viene presentata in Europa, leggermente modificata, proposta unicamente come roadster, ma alla fine dello stesso anno , arriva la coupé, che si distingueva dalla versione aperta per un tettuccio rigido amovibile in sostituzione della capote di tela. La 190SL ottenne un buon successo. Le prestazioni erano discrete con una velocità di soli 171 km/h, ma conquistò il cuore di molti clienti. Poche furono le modifiche apportate alla 190SL nel corso della sua carriera. In Europa la produzione della 190SL cessa nella primavera del 1962. Nel 1963 la 190SL viene sostituita con la vettura con la sigla W113, prodotta in tre versioni dalla Mercedes-Benz conosciuta come Pagoda. La nuova SL nasce sul pianale accorciato della 220 SEb, ma equipaggiato con un motore più potente. Per la carrozzeria la linea della vettura avrebbe dovuto tentare gli acquirenti americani, con una linea più moderna. Così nasce la nuova roadster 230SL, che agli inizi creò grande perplessità verso il pubblico. La caratteristica più particolare era l'insolita forma del tettuccio rigido, laddove era previsto, che presentava una strana forma concava, la quale avrebbe dato alla 230SL ed ai successivi modelli il soprannome di Pagoda. La meccanica rimaneva classica: trazione posteriore, motore anteriore longitudinale, cambio meccanico a 4 rapporti), il motore era nuovo, un 6 cilindri in linea alimentato a iniezione da 2308 cc e 150 CV e, a richiesta, era possibile il cambio automatico, sempre a 4 rapporti. Dal settembre del 1965, su richiesta era disponibile il manuale a 5 marce. Le prestazioni del motore consentivano discrete prestazioni. La 230SL venne sostituita nel 1967 dalla 250SL con motore portato a 2494 cc. Nel 1968 la 250 SL lasciò il posto alla 280 SL, con un motore di 2778 cc da 170 CV. La 280SL fu l'ultimo modello della serie W113. Nel 1971, con la sigla R107, arriva la vettura che doveva sostituire il modello SL, resesi conto della necessità di un nuovo modello, più evoluto dal punto di vista della guidabilità. La nuova roadster doveva consolidare il successo della Pagoda, in assoluto, e in particolare nel mercato statunitense. Denominata 350SL era elegante e sportiva, Per soddisfare le normative di sicurezza, la scocca venne notevolmente irrobustita, con un conseguente aumento della massa a vuoto della vettura. Da qui l'esigenza di montare motori più grossi e potenti così da non penalizzare le prestazioni. La 350 SL era equipaggiata con il V8 a iniezione di 3499 cc da 205 CV e poteva avere, in alternativa a quello meccanico a 5 marce, un cambio automatico a 4 rapporti. Per il mercato americano il motore adottato era 4500 cc con 195 CV e la vettura prese la denominazione di 350SL 4.5. La nuova 350SL in Europa ottenne un grande successo. Nel tempo non subì modifiche estetiche rilevanti, ma venne tenuta al passo coi tempi dal punto di vista tecnico. Nel 1972 arriva la 450SL con motore V8 a iniezione di 4520 cc da 225 CV , abbinato ad un cambio automatico a 4 rapporti. Nel 1974, in seguito alla crisi petrolifera, è introdotta la 280 SL, con motore bialbero 2800 cc da185 CV. Nel 1980 la vettura viene sottoposta ad un leggero aggiornamento sia estetico che meccanico. Nel 1981 riceve nuovi motori per migliorarne ulteriormente l'efficienza e ridurre i consumi e l'inquinamento. Nel 1985 arrivano altri aggiornamenti, sia degli interni che dell’equipaggiamento, anche i motori sono aggiornati per aumentare l'elasticità di marcia e la riduzione delle emissioni inquinanti. I motori sono: 300 SL con motore 2962 cc con 182 CV, 420 SL con motore 4196 cc da 218 CV. Invariata la 500 SL, che ottenne un piccolo spoiler anteriore e 5 CV in più dal suo propulsore. Il modello coupé erano commercializzate con il nome SLC. Nel 1989 con la sigla R129 viene presentata la nuova vettura roadster che doveva sostituire la vecchia SL. Risultato di una lunga progettazione, doveva essere un modello nuovo, moderno come linea e contenuti. Tra le innovazioni introdotte dal nuovo modello vi erano il roll-bar ad azionamento automatico, che fuoriesce in una frazione di secondo in caso di ribaltamento, e la capote ad azionamento elettroidraulico, che scompare in un apposito vano posteriore. Sempre per quanto riguardava la sicurezza c'erano l'antipattinamento ASR (dotato di una gestione comune con l'impianto ABS) che agiva in prima battuta frenando leggermente la ruota pattinante ed in seconda battuta tagliando l'erogazione di potenza del motore. La SL R129 mantiene la classica impostazione meccanica con motore anteriore longitudinale e trazione posteriore. Il cambio era manuale a 5 marce, su richiesta era disponibile l’automatico a 4. Gli interni sono riccamente allestiti con materiali di pregio e finiture superlative. I motori disponibili andavano dalla 300SL con motore 6 cilindri in linea 12 valvole di 2962 cc con 190 CV, al 300SL con motore 6 cilindri 24 valvole di 2962 cc con 231 CV, al top 500SL con motore V8 32 valvole di 4973 cc con 320 CV. Nel 1992 arriva la 600 SL con motore V12 6000 cc di 389 CV con equipaggiamento ancora più ricco. Nel 1993 è la volta della SL60 AMG. Nel luglio del 1993 viene mutata la denominazione dei modelli: che diventano SL300, SL320. Dal punto di vista tecnico, tutti i motori, precedentemente ad iniezione meccanico-elettronica, divennero ad iniezione elettronica. Nel 1995 arriva un leggero aggiornamento estetico con una nuova serie di motori sei cilindri in linea tutti a quattro valvole per cilindro. La nuova gamma prevede la SL280 con motore 2799 cc di 193 CV, la SL320 con motore 3199 cc di 228 CV, la SL500 con motore V8 5000 cc e al top SL 600. Nel 1998 arriva un nuovo aggiornamento estetico e nuovi motori V6 e V8 a tre valvole per cilindro. La gamma parte dalla SL280 e dalla SL320, di uguale cilindrata, ma con motori a V anziché in linea. Più in alto, la nuova SL500 con il nuovo motore V8 da 306 CV ed al top la SL600. Con queste caratteristiche, la serie R129 si avvia al termine della sua carriera, avvenuta nel 2001. Il suo posto verrà preso dalla nuova serie, siglata R230. Dopo la SL60, arrivò la SL70 con motore V12 da 7055 cc con 496 CV. Il 1999 arrivano due modelli AMG non ufficiali: il SL55, la SL73. La nuova SL, sigla R230, nasce nel 2001 come sostituta della fortunata serie R129. Le novità sono numerose sia stilistiche, sia di contenuto. Con una linea dal profilo aerodinamico assai efficace, molto elegante anche l'abitacolo biposto, dove le finiture ed i materiali utilizzati sono di altissimo livello. Al debutto era previsto un solo motore V8 da 4966 cc di 306 CV, era prevista in seguito una versione AMG con motore V8 di 5400 cc di 476 CV. Tutte montavano un cambio automatico a 5 rapporti. Nel 2003 arriva la SL350 con motore V6 di 3700 cc di 245 CV con cambio manuale a 6 marce, in questo caso. Nel 2004 nasce la SL65 AMG con motore V12 biturbo 6000 cc da 612 CV. Nel 2006 arriva il primo aggiornamento con nuovi motori, nuovo cambio automatico7G-Tronic. Esternamente vengono ridisegnati paraurti, calandra, fendinebbia e plastiche delle luci posteriori. Nel 2006 i motori erano:
SL350 con motore V6 da 3.5 litri e 272 CV;
SL500 con motore V8 da 5.5 litri e 388 CV;
SL600, con motore V12 biturbo da 5.5 litri da 517 CV;
SL55 AMG, con motore V8 Kompressor da 5.4 litri e 517 CV;
SL65 AMG, con motore V12 biturbo da 6 litri e 612 CV.
Nel 2008 arriva il secondo aggiornamento, le novità stilistiche si fanno più marcate ed evidenti. Vengono nuovamente ridisegnati anche la calandra ed i due paraurti. Per quanto riguarda i motori vi sono aggiornamenti:
SL280, con motore V6 da 3 litri e 231 CV;
SL350, con motore V6 da 3.5 litri e 316 CV;
SL500, con motore V8 da 5.5 litri e 388 C;
SL600, con motore V12 biturbo da 5.5 litri e 517 CV;
SL63 AMG, con motore V8 da 6.2 litri e 525 CV;
SL65 AMG, con motore V12 biturbo da 6 litri e 612 CV;
Nel 2010 cominciano a circolare i primi esemplari camuffati della nuova generazione della SL, che dovrebbero debuttare nel 2012.