Annunci Auto

Mercedes Classe S

La Mercedes-Benz Classe S è una grande berlina di lusso e ammiraglia della Casa. Già negli anni cinquanta la sigla S caratterizzava i modelli di maggiore importanza, ma tale denominazione, Classe S, sarebbe stata ufficializzata solo a partire dal modello con nome di progetto W116. Lanciata nel 1972 la Classe S, sigla W116 , è progettata per garantire la massima sicurezza a conducenti e passeggeri. Con carrozzeria sempre tre volumi era slanciata grazie a una linea di cintura piuttosto bassa, con trazione posteriore, freni a disco su tutte e quattro le ruote. Al momento della commercializzazione dispone di due motori: un 6 cilindri in linea di 2746 cc ed un V8 di 3499. Nel 1973 arriva la 450SE con un V8 di 4250 cc esclusivamente con trasmissione automatica, e iniezione elettronica, e una versione passo lungo denominata 450SEL. Nel 1975 arriva la 450 SEL 6.9 con un V8 a iniezione di ben 6834 cc da 286 CV. Nel 1980 la W116 venne rimpiazzata dalla W126 dopo essere stata prodotta in 473.035 unità (7.380 delle quali 450 SEL 6.9). La Classe S, sigla W126, è stata prodotta dal 1980 al 1992, influenzata dalla crisi petrolifera del 1973. Con questo modello si è cercato di contenerne i consumi, contenendone il peso impiegando acciai speciali, arrivando ad un risparmio di 250 kg. I motori derivavano in gran parte della serie precedente rivisti solo per migliorarne i consumi. A disegnare la line aerodinamiche di questa vettura fu l’italiano Bruno Sacco. La carrozzeria era disponibile in tre varianti: berlina, versione allungata SEL, Coupé SEC. La gamma si componeva di: 280 S con motore 2800 cc da 156 CV, 280 SE con motore 2800 cc da 185, 380 SE con motore 3500 cc da 218 CV, 500 SE con motore V8 5000 cc da 240 CV. Sempre sul pianale W126 fu creata una versione coupé, con un passo accorciato di 9 centimetri, identificata dalla sigla SEC, non erano previste motorizzazioni a gasolio. La gamma W126 venne tolta di produzione alla fine del 1991. La nuova Classe S, numero progetto W140 prodotta dal 1991 al 1998, all’inizio era proposta in due varianti, normale e passo lungo. Internamente era molto più spaziosa della precedente ed assai elegante. La dotazione comprendeva tutti i dispositivi sia di confort che di sicurezza. Meccanicamente l’impostazione era la classica della Casa tedesca, motore anteriore e trazione posteriore, freni a disco sulle quattro ruote. Alla presentazione disponeva dei seguenti motori: 300SE/SEL con motore 3200 cc da 231 CV, 400SE/SEL con motore da 4200 cc da 286 CV, 500SE/SEL con motore da 5000 cc da 326 CV, 600SEL con motore V12 da 6000 cc e 408 CV. Nel 1991 viene presentata la versione a gasolio 300SD. Nel 1993 l’intera gamma subisce alcuni aggiornamenti e cambia anche la tipologia di denominazione (la 300SE diventa S320, la 300SD 3.5 diventa S350 turbodiesel). Nel 1994 arriva un consistente aggiornamento della vettura. Nel 1996 il motore della S300 Turbodiesel sempre 3000 cc è portato a 177 CV. Sono sempre disponibili le versioni coupé denominate SEC. La nuova Classe S, progetto W220 viene prodotta dal 1998 al 2005, sempre opera del team di Bruno Sacco questo difficile compito fu risolto splendidamente presentando una vettura straordinaria. Fin dalla presentazione incontrò il favore del pubblico per le sue impostazioni stilistiche e tecniche. La vista laterale era quella che meglio evidenziava lo slancio della linea. Gli più interni erano spaziosi nonostante fosse più corta della serie precedente. Per la scocca si era fatto largo uso di alluminio. Grande attenzione si era rivolta alle dotazioni di sicurezza. I motori al debutto, sia per la versione normale che lunga erano tutti a benzina: S320 con motore 3200 cc da 224 CV, S340 con motore 4300 cc da 279, S500 con motore 5000 cc da 306. Per la versione diesel bisogna aspettare il 1999 con la S320 CDI con motore 3200 cc turbodiesel da 197 CV. Nel 2000 arriva la versione lunga S600 con motore V12 5800 cc da 367 CV, e un altro diesel S400 CDI con motore 4000 cc da 250 CV. Nel 2002 la vettura viene sottoposta ha un leggero restyling estetico. A partire dal 2005 la nuova Classe S ha sigla di progetto W221. Questa nuova versione si presenta con una fiancata più aggressiva e sportiva rispetto alla serie precedente. Gli interni sono completamente nuovi, dotata di tutti i più sofisticati sistemi di sicurezza, le dotazioni, indipendentemente dall’allestimento, sono infinite. Al debutto erano previste due motorizzazioni benzina: S350 con motore V6 3500 cc da 272, S500 con motore V8 5500 cc da 388. Entrambi con cambio automatico sequenziale 7G-Tronic 7 rapporti. Con il restyling della vettura viene presentato anche una versione ibrida nel 2010. Attualmente sono disponibili i motori diesel:
S 250 CDI BlueEFFICIENCY con motore 2150 cc da 150 kW;
S 350 BlueTEC con motore V6 3000 cc da 190 kW;
S 350 BlueTEC 4 MATIC con motore V6 3000 cc da 190 kW.
I motori benzina:
S 350 BlueEFFICIENCY con motore V6 3500 cc da 225 kW;
S 350 4 MATIC BlueEFFICIENCY con motore V6 3500 cc da 225 kW;
S 500 BlueEFFICIENCY con motore V8 4600 cc da 320 kW;
S 500 4 MATIC BlueEFFICIENCY con motore V8 4600 cc da 320 kW;
S 6000 con motore V12 5500 cc da 380 kW;
S 63 AMG con motore V8 5500 cc da 400 kW;
S 65 AMG con motore V12 6000 cc da 463 kW.