Annunci Auto

Mercedes

Il nome Mercedes-Benz nasce nel 1926 dalla fusione della Daimler-Motoren-Gesellschaft (che per le proprie auto usava il nome Mercedes) con la Benz & Cie, con lo stemma della stella a tre punte. La storia industriale della Mercedes-Benz è molto legata alla storia della Germania nel bene e nel male. Dopo il conflitto e le conseguenti distruzioni ripartirono lentamente la produzione della Mercedes-Benz. L’unica linea in grado di produrre, nel 1946, una vettura fu quella della 170V nella versione commerciale. Nel 1948 rientrò in fabbrica il presidente Wilhelm Haspel, fu introdotto il motore diesel con la 170D e in seguito furono introdotti due auto la 220 e la 300, e l’autocarro L3500. Da quel momento fu un continuo rilancio di nuovi modelli e il prestigio della fabbrica si allargava anche all’estero con i modelli 180, 300 SL “ ali di gabbiano” per la prima volta ad iniezione diretta. Negli anni sessanta furono approntati nuovi modelli come la 600, la roadster SL Pagoda, W108, W109. Un avvenimento molto importante è l’arrivo del design italiano Bruno Sacco che con le sue capacità stilistiche caratterizzerà lo stile delle Mercedes per i prossimi 25 anni. La produzione continua con aggiornamenti di modelli esistenti e nuove generazioni di vetture che il mercato intanto richiede come la Classe SL, Classe SLC, Classe S eletta Auto dell’Anno nel 1974 e fu la prima vettura ad essere equipaggiata con ABS e motore turbodiesel sulla versione 300 SD. Nel 1976 è presentato un fuori strada la Classe G con assemblaggio affidato alla ditta specializzata Steyr Daimler Puck austriaca. Gli anni ottanta sono caratterizzati dall’acquisizione d’aziende anche non produttrici d’autoveicoli per una progressiva diversificazione del mercato cui rivolgersi. Agli inizi degli anni ottanta è presentata la 190, e la nuova SL. Negli anni novanta, con la caduta del muro di Berlino, si amplia il mercato automobilistico per la richiesta di vetture nell’ex DDR. La costosa Classe S e la non più giovane 190 non regge il passo con la concorrenza, porterà la Mercedes su nuovi segmenti di mercato con vetture di fascia bassa come la Classe A e la Smart, è poi sostituita la 190 e proposti due modelli la Classe C e la Classe E, e le versioni coupè e cabriolet CLK derivati dalla Classe C. Nel 1997 continua la diversificazione con la presentazione del monovolume Classe V, la roadster SLK, il fuori strada Classe M. Nel 1998 arriva la fusione con il Gruppo Chrysler creando la Daimler Chrysler AG. Alla fine degli anni novanta arrivano la nuova Classe S e la Classe CL. A metà degli anni duemila la Mercedes aumenta la sua quota di mercato, al contrario delle consociate Chrysler e Mitsubishi sempre più in difficoltà, ampliando l’offerta dei modelli come la Classe B, la Classe GL, la CLS e l a supersportiva SLD McLaren. Dopo la cessione delle consociate Chrysler e Mitsubishi la denominazione sociale diventa Daimler AG. Questi riassetti societari influiscono positivamente sulla Mercedes che incrementa le vendite grazie anche ad un continuo apporto di versioni e modelli nuovi, come la nuova Classe C, la nuova CLK, le versioni coupè e cabriolet della Classe E, la nuova Classe A, il nuovo SUV Classe GLK, la CLS. Per quanto riguarda l’attività sportiva della Mercedes e stata sempre di gran rilievo in quasi tutti i campi automobilistici e sempre con ottimi risultati.

Joomla SEF URLs by Artio