Annunci Auto

Lancia Thema

Nel 1984 arriva la Lancia Thema prima serie, opera di Giorgetto Giugiaro. La carrozzeria era la classica 3 volumi, frontale e coda imponenti ma sportivi, ottima abitabilità e qualità delle finiture. Da questo progetto nasceranno anche: Fiat Croma, Saab 9000 e in seguito anche Alfa Romeo 164, vetture con le quali la Thema condivideva molta componentistica e parti della scocca come le porte che erano le stesse della Fiat Croma e della Saab 9000. Internamente era realizzata con materiali di alta qualità come il velluto e l'Alcantara e da interni rivestiti della famosa pelle Poltrona Frau. Poteva essere dotata di ogni comfort dell'epoca. La Thema ottenne un grande successo in Italia, si distinse quale auto di grande comfort unito a inaspettate prestazioni, dotata di motori ad iniezione elettronica, aspirati e sovralimentati tecnologicamente superiori a molta della concorrenza, basti pensare che la Thema turbodiesel era l'auto a gasolio più veloce del mondo quando uscì. I motori disponibili erano: un 2.0 i.e. 8v aspirato da 120 CV, una versione turbo del 2.0 con 165 , il 6 cilindri di 2.8 litri alimentato a Iniezione Elettronica Bosch Le-Jetronic con 150 CV, Ma il motore preferito era il 2.5 turbodiesel S, da 100 CV, unità moderna e affidabile. Nel 1986 arriva la Thema Station Wagon, vettura di lusso disponibile solo con motori turbo costruita negli stabilimenti della Pininfarina. Ottenne un buon successo di vendite e critica, tanto da valorizzare le versioni Station Wagon, precedentemente considerate solo auto da lavoro. Nel 1986 arriva la più particolare della Thema la 8.32, che indicava un motore di derivazione Ferrari: un 8 cilindri, 32 valvole con 215 CV. Ne vennero prodotti fra I e II serie 3.520 esemplari. Nel 1992 arriva la seconda serie che fu anche quella di maggiore successo. Presentava interni ancora più curati. Debuttarono i motori a 16 valvole: il 2.0 i.e. 16v con 147 CV, il turbo 16v con 181 CV, il 2.8 V6 con 147 CV col catalizzatore. La 2.5 "turbo ds" con 118 CV. Rimaneva disponibile il 2.0 i.e. 8 valvole depotenziato a 117cv. Nel 1992 arriva la terza serie. Le modifiche non sono solo estetiche ma anche sostanziali. Vengono rivisti tutte le connessioni dell'impianto elettrico ora con doppio blocco ad evitare falsi contatti e noie agli utilizzatori. I motori vengono aggiornati alle normative antinquinamento. I motori disponibili sono: il 2.0 16v con 152 CV. il turbo 16v con 205, il V6 3.0 litri distribuzione a 12 valvole con 171 CV. Il 2.5 turbodiesel è "ecodiesel" co 116 CV più ecologico con catalizzatore. Gli allestimenti disponibili sono: Base, LE, LS, LX. La Thema LX comprende finiture analoghe alla 8.32, quindi plancia ed arredi interni interamente rivestiti in pelle e rifiniti in radica di rosa africana. Le Thema della III serie rimasero a listino fino a tutto il 1994 per aspettare l’arrivo della Lancia K. Nel 2011 viene ripreso il nome Thema per marcare una vettura di derivazione Chrysler 300, che segna il ritorno di un'ammiraglia italiana che per poter avere successo la Thema farà affidamento principalmente sulla motorizzazione a gasolio, cioè il 3.0 V6 turbodiesel progettato e prodotto in Italia con potenza di 190 CV e 224 CV. Il motore è lo stesso che equipaggia la Jeep Grand Cherokee. Per il motore a benzina si usa il 3.6 Pentastar da 292 CV, anch’esso con architettura 6 cilindri a V. La trazione posteriore della nuova Lancia Thema rompe con gli schemi del passato, e consente di poter ospitare pneumatici anteriori di maggiori dimensioni. La nuova Lancia Thema è disponibile in tre allestimenti: Gold, Platinum ed Executive.